Proroga scadenza Bando 16.2 – Sostegno a progetti pilota e allo sviluppo di nuovi prodotti, pratiche, processi e tecnologie

Quanto segue sarà pubblicato sul BURT n. 11 del 13 marzo 2019:

Proroga data di scadenza bando

Visto il testo del bando pubblicato sul pubblicato sul BURT n. 50, parte III del 12 dicembre 2018;

visti i chiarimenti in merito al paragrafo 4.2 Termini per la presentazione, la sottoscrizione e la ricezione del progetto di cooperazione del bando in particolare sulla PARTECIPAZIONE ENTI DI RICERCA O UNIVERSITA’ A PIU’ DI UN’ISTANZA approvati con delibera n. 31 dal CDA del GAL MontagnAppennino del 11/02/2019 e pubblicati sul sito del GAL MontagnAppennino il 15/02/2019;

visto che i dipartimenti universitari non hanno potuto perfezionare la propria candidatura in attesa di suddetti chiarimenti;

 il CdA del GAL MontagnAppennino dell’11/02/2019 ha ritenuto opportuno prorogare il termine di scadenza del bando modificandone il punto 4.2, nei seguenti termini:

 

4.2 Termini per la presentazione, la sottoscrizione e la ricezione del progetto di cooperazione

Al fine della richiesta del sostegno previsto dal presente bando, la proposta progettuale deve essere sottoscritta e presentata (inoltrata) dal capofila entro le ore 13.00 del 29 marzo 2019.

BANDO 16.2: CHIARIMENTI ENTI DI RICERCA O UNIVERSITA’

CHIARIMENTI IN MERITO al paragrafo 4.2 Termini per la presentazione, la sottoscrizione e la ricezione del progetto di cooperazione del bando in particolare sulla PARTECIPAZIONE ENTI DI RICERCA O UNIVERSITA’ A PIU’ DI UN’ISTANZA:

È ammessa la partecipazione ad una sola istanza per partecipante diretto.

La suddetta limitazione non si applica a Enti di ricerca o Università, che possono quindi partecipare a più istanze.

Al momento della presentazione dell’istanza, i partecipanti diretti devono possedere sul Sistema informativo di ARTEA il fascicolo aziendale elettronico, ad eccezione dei soggetti scientifici che possono costituire il fascicolo prima della presentazione della domanda di aiuto.

Le domande di aiuto di ogni partner devono invece essere sottoscritte e presentate secondo le modalità indicate dal decreto ARTEA n. 70 del 30/06/2016 e s.m.i.

Ai fini dei termini di ricevibilità delle domande fa fede la data di ricezione.
La protocollazione in anagrafe ARTEA à automatizzata e associata alla registrazione della ricezione.
È ammessa la presentazione di un’unica domanda di aiuto per richiedente.
Qualora in Anagrafe Artea fossero presenti più domande per richiedente è considerata valida l’ultima domanda ricevuta nei termini stabiliti dal bando, mentre le altre domande decadono.

 

Pagina dedicata al bando 16.2 clicca qui

Bando 16.2 Sostegno a progetti pilota e allo sviluppo di nuovi prodotti, pratiche, processi e tecnologie

Il 12 dicembre 2018 (BURT n. 50, parte III) apre il bando 16.2 Sostegno a progetti pilota e allo sviluppo di nuovi prodotti, pratiche, processi e tecnologie, un’opportunità di finanziamento a fondo perduto fino ad un massimo del 90% del costo totale ammissibile. Ammonta a € 258.000,00 la dotazione finanziaria messa a disposizione dal GAL MontagnAppennino grazie al Fondo europeo agricolo di sviluppo rurale (Feasr) nell’ambito del Programma di sviluppo rurale PSR Toscana 2014-2020 programmazione Leader.

Il bando è finalizzato a:

  • promuovere progetti pilota che diano risposte concrete alle imprese promuovendo la sperimentazione e la verifica dell’applicabilità di tecnologie, tecniche e pratiche innovative. Tale intervento consente di verificare e collaudare innovazioni di processo, di prodotto e organizzative già messe a punto dalla ricerca ma ancora da contestualizzare nella realtà produttiva e negli ambienti pedoclimatici del territorio della SISL.
  • promuovere progetti di cooperazione tra due o più soggetti che diano risposte concrete alle imprese favorendone la competitività attraverso l’adattamento e l’introduzione di nuovi prodotti, pratiche, processi e tecnologie già esistenti e collaudati, ma non ancora utilizzati. L’operazione, dunque, concede un sostegno a forme di cooperazione formalmente costituite che prevedano una collaborazione tra differenti soggetti e siano finalizzate ad adattare e sviluppare nuovi prodotti, pratiche, processi e tecnologie nel settore agricolo, agroindustriale, forestale volti ad un miglioramento quali-quantitativo delle produzioni, alla riduzione dei costi di produzione, al miglioramento delle performance rispetto alle problematiche della sostenibilità ambientale.

I progetti dovranno essere basati su tematiche di interesse per le filiere locali agricole-zootecniche, della foresta-legno e dell’agroalimentare e trasformazione delle produzioni agricole, biodiversità e paesaggio, frutticoltura di montagna, cerealicoltura di montagna, filiere corte e dovranno avere ricadute dirette principalmente a beneficio del settore primario.

L’istanza 16.2 potrà essere presentata sul sistema informativo di Artea dal capofila dal 5 febbraio 2019 ed entro le ore 13 del 19 marzo 2019.

Per ulteriori informazioni:

Gal MontagnAppennino tel 0583 88346, email gal@montagnappennino.it