Le Fondazioni Cassa di Risparmio di Lucca e Pistoia integrano le risorse del “bando cultura” del GAL

La collaborazione tra il GAL MontagnAppennino e le Fondazioni Cassa di Risparmio di Lucca e di Pistoia genera importanti sinergie  che vanno ad integrare le risorse del bando GAL, chiuso il 30 giugno 2020, “Riqualificazione e valorizzazione del patrimonio culturale”. Il bando si propone come stimolo e opportunità per le comunità locali di nuovi processi di rinascita, proiettati nel post emergenza. ed è rivolto a rivolto a enti e associazioni della Valle del Serchio, Appennino Pistoiese e Alta Versilia. Ripartire dal patrimonio culturale significa attivare un prezioso capitale territoriale, connettendo tra loro settori e risorse che potranno generare processi di innovazione e ri-generazione.
Il sostegno previsto è al 90% con una dotazione iniziale di 600.000 euro. che sarà integrata dalle risorse stanziate dalle due Fondazioni, con un impegno di 30 mila euro per ciascuna, a valere sui rispettivi territori di riferimento e a copertura della quota di cofinanziamento fino a esaurimento risorse.
“Il dato rilevante è che per la prima volta – ha dichiarato Marina Lauri, presidente del GAL MontagnAppennino – il GAL incontra la sinergia con le fondazioni per un progetto comune che, attraverso il bando, va a supporto dell’intero territorio montano delle due province. Mi auguro sinceramente che si tratti di una felice esperienza e che costituisca il primo passo per sviluppare azioni e programmi basati sulla concertazione e la condivisione degli obiettivi.”

Soddisfazione anche da parte del presidente della Fondazione CariLUcca Marcello Bertocchini: “Sono ben 23 i comuni ‘montani’ della provincia di Lucca. Un dato che già di per sé lascia intuire come la valorizzazione di queste aree rappresenti un obiettivo dal grande valore sociale, culturale ed economico. L’idea di integrare l’apporto del GAL cofinanziando un suo bando è una forma di collaborazione che, ci auguriamo, non rimanga un esempio isolato, soprattutto perché consente ai soggetti beneficiari dei contributi ottenere il 100% delle risorse utili a realizzare i progetti presentati.”

 “Siamo felici di contribuire a questo progetto – commenta Luca Iozzelli, presidente della Fondazione Caript – finalizzato alla valorizzazione e riscoperta del nostro territorio montano, che da tempo vive una condizione di difficoltà. La Fondazione si è fatta sostenitrice di molte altre iniziative per contribuire allo sviluppo del suo importantissimo patrimonio ambientale, naturalistico e culturale, affinché questa meravigliosa porzione del nostro territorio continui a vivere ed essere vissuta.”

Nei prossimi giorni sarà pubblicata la graduatoria iniziale.

 

webmeeting “La tradizione agricola della Garfagnana e della Mediavalle del Serchio” – 2 luglio ore 14.30

Continua il ciclo di incontri territoriali  “ConosciAmo la Toscana Rurale” dedicati alla promozione e alla valorizzazione delle produzioni locali.

Di seguito il programma del webmeeting “La tradizione agricola della Garfagnana e della Mediavalle del Serchio” previsto per giovedì 2 luglio  ore 14.30-18.30

L’incontro, organizzato in collaborazione con l’Accademia dei Georgofili e l’Unione dei Comuni della Garfagnana e della Mediavalle del Serchio vedrà anche in questa occasione accademici, produttori, amministratori locali e i diversi attori del tessuto locale confrontarsi sul valore e le caratteristiche delle filiere agroalimentari tipiche. Al centro del dibattito dunque la riscoperta delle tradizioni e lo sviluppo di strumenti innovativi per approfondire le problematiche e le potenzialità del territorio, rafforzare i rapporti e la sinergia tra Comuni, associazioni e produttori, promuovendo economia locale e turismo, e creando anche un nuovo rapporto con la grande distribuzione.

Per iscriverti clicca qui

Per scaricare il programma in pdf

Il Laboratorio Rurale Sismondi premia le migliori tesi di laurea sulla valorizzazione del territorio rurale

ll Laboratorio di Studi Rurali Sismondi indice la quarta edizione del Concorso Premio “Diego Pinducciu e Antonella Ara”. Il concorso intende ricordare il lavoro, le attività di ricerca nell’ambito della valorizzazione e tutela delle risorse agricole e del territorio rurale, e l’impegno civile dei soci fondatori del Laboratorio Sismondi, Diego Pinducciu e Antonella Ara, prematuramente scomparsi.

Il concorso mette a disposizione due premi per le migliori tesi di laurea magistrale o specialistica aventi per oggetto la valorizzazione del territorio rurale, mediante lo sviluppo di una o più delle seguenti tematiche:

  • rapporto città-campagna
  • sicurezza alimentare
  • innovazione (sociale, tecnologica, agronomica, etc.)
  • potenziamento del ruolo dell’imprenditoria femminile
  • sviluppo del capitale sociale
  • tutela e riproducibilità delle risorse naturali

La scadenza per l’invio degli elaborati è fissata entro il giorno  30 settembre 2020.

Per scaricare il testo del bando e il modello di domanda clicca qui

Nuovo sito sulla Comunità del Cibo in occasione della Giornata Mondiale della Biodiversità

In occasione della giornata Mondiale della Biodiversità l’Unione Comuni Garfagnana ha voluto ricordare l’importate lavoro di recupero, conservazione e valorizzazione della biodiversità, specialmente quella di interesse agricolo e alimentare promosso sul suo territorio, con la presentazione e lancio del nuovo sito dedicato all’Agrobiodiversità locale e alla Comunità del Cibo della Garfagnana.

L’Unione Comuni Garfagnana, dai primi anni 2000 ha avviato un’importante azione per la salvaguardia della biodiversità coltivata ed allevata, per il recupero dell’importante patrimonio di specie, di conoscenze e tradizioni, ancora presente nel territorio, ed in grado di innescare processi partecipati con le comunità degli agricoltori diffondendo, in una rete tra produttori e consumatori sempre più consapevoli, un nuovo rapporto tra una terra ed i suoi abitanti.

Dopo un attento lavoro di progettazione e condivisione dei contenuti, il nuovo portale www.comunitadelcibo.it, oltre che mezzo ufficiale per la conoscenza dei progetti che sviluppano questo tema, vuole essere il punto di incontro con le attività dell’Associazione di Promozione Sociale del Cibo e dell’Agrobiodiversità della Garfagnana, le aziende ad essa accreditate e le produzioni attive sul territorio.

Leggi l’articolo completo

Emergenza COVID 19 – Aggiornamento anticipi e SAL

La Regione Toscana con delibera n° 421 del 30/03/2020 ha deciso di adottare particolari misure, nell’ambito degli interventi urgenti per il contenimento dei danni economici causati dall’emergenza COVID 19 subiti dai beneficiari toscani, pubblici e privati, dei contributi a valere sui fondi europei, statali e regionali.

Delibera_n.421 del 30-03-2020

Circolare Applicativa ARTEA 12_2020

– I termini stabiliti da bandi, procedure negoziali, contratti, atti di assegnazione dei contributi e relativi ad adempimenti a carico dei beneficiari, non scaduti alla data del 23 febbraio 2020, sono sospesi nel periodo compreso tra il 23 febbraio ed il 15 maggio 2020 (quindi 83 gg di sospensione), senza necessità di presentazione di specifica istanza;

– per i soggetti che hanno presentato o presenteranno domanda a titolo di anticipo o stato di avanzamento lavori (SAL) fino a 31 luglio 2020, è consentito ricorrere a procedure di liquidazione semplificate (l’anticipo resta al 50% mentre il SAL all’80% può essere richiesto senza la presentazione di polizza fidejussoria).

A questo proposito facciamo presente che per i beneficiari privati NON OCCORRE inviare polizza originale per raccomandata, ma è possibile inviare la stessa a mezzo pec all’indirizzo: artea@cert.legalmail.it e seguire le seguenti istruzioni:
La polizza in firma digitale deve essere firmata digitalmente da entrambe le parti e devono essere creati due file distinti :
– uno con il testo completo della polizza e firmato digitalmente da entrambi
– uno con il testo dove si approvano le clausole vessatorie :
Agli effetti degli art. 1341 e 1342 codice civile i sottoscritti dichiarano di approvare specificatamente le disposizioni dei punti seguenti delle condizioni generali:
5. Modalità di pagamento
6. Rinuncia al beneficio della preventiva escussione del contraente ed alle eccezioni
7. Foro competente
IL CONTRAENTE                                                                          IL FIDEIUSSORE

 

Lo staff tecnico rimane a disposizione per domande e chiarimenti, clicca qui per i recapiti da contattare

 

#ilmioterritorionline: la crisi diventa opportunità di cambiamento. La Comunità del Cibo della Garfagnana a casa tua

Con il progetto #ilmioterritorionline i prodotti della Comunità del Cibo della Garfagnana arrivano direttamente a casa tua. In questo momento le nostre abitudini di vita sono drasticamente cambiate. La limitazione degli spostamenti ha fatto ripensare, tra le altre cose, anche il nostro modo di fare la spesa. Ora, più che mai, si avverte l’importanza di un mercato alimentare locale funzionante, a breve raggio, dunque non troppo vincolato ai lunghi spostamenti delle merci, in grado di soddisfare le necessità quotidiane della comunità, su domanda e in maniera snella e veloce. Risulta dunque urgente un patto fra produttori e consumatori che faciliti la costituzione di una rete locale basata sulla solidarietà, sulla fiducia e sul reciproco sostegno anche in tema alimentare. La Comunità del Cibo della Garfagnana, sollecitata dai Gruppi di Acquisto Solidali (GAS) locali ad incentivare il mercato di prodotti alimentari del territorio, ha cercato e individuato possibili soluzioni di consegna a domicilio in grado di facilitare l’accesso ai prodotti locali.

#ilmioterritorionline utilizzerà l’app FoodBarrio (scaricabile gratuitamente sul proprio telefono) una startup innovativa, nata per dare visibilità e voce a piccoli produttori. Si tratta di una piattaforma di vendita online estremamente duttile, su cui sarà creato uno spazio dedicato alla Comunità del Cibo, una sorta di “negozio virtuale” dove acquistare dai produttori accreditati. Il progetto è in continua evoluzione e sul sito del GAL MontagnAppennino potrete trovare tutti gli aggiornamenti.

Il GAL MontagnAppennino supporta il progetto #ilmioterritorionline promosso dalla Comunità del Cibo nel tentativo di valorizzare una sinergia nata da una rete di soggetti imprenditoriali e di cittadini. In un’ottica di integrazione delle politiche territoriali e delle progettualità sostiene la rete che si sta creando, nella convinzione che valorizzare le risorse endogene del territorio sia la strada per costruire e ri-generare le comunità del nostro territorio.

L’Unione Comuni Garfagnana, con le azioni portate avanti per lo sviluppo del territorio e il lavoro di recupero, conservazione e valorizzazione dell’agro-biodiversità, ha concretizzato nel 2017 lo strumento previsto dalla legge 194/2015 per la valorizzazione delle biodiversità di interesse agricolo e alimentare, istituendo la I° Comunità del cibo della Toscana. Tra gli impegni presi per lo sviluppo della stessa sostiene l’Associazione di Promozione Sociale Comunità del cibo dell’agrobiodiversità della Garfagnana, coinvolgendo anche il Servizio Intercomunale di Protezione Civile nell’iniziativa #cibolocalesostenibile, per concretizzare una rete di supporto alimentare anche alle famiglie in quarantena che vogliano consumare prodotti della Comunità del Cibo. A tal fine nasce la collaborazione con il volontariato attivo al servizio dell’emergenza, per l’accesso facilitato ai prodotti locali per le famiglie in isolamento e quarantena che, se interessati potranno attivare l’acquisto e consegna a domicilio contattando direttamente i produttori dell’Associazione di Promozione Sociale Comunità del cibo e dell’agrobiodiversità della Garfagnana.

Per informazioni:

https://www.montagnappennino.it/ilmioterritorionline/

Franca Bernardi, Presidente della Comunità del Cibo della Garfagnana: apscomunitacibogarfagnana@gmail.com – 3357214428

Esce il bando CULTURA, 600.000 euro per enti e associazioni

Il GAL MontagnAppennino, pur cosciente delle difficoltà operative derivanti dal contesto determinato dall’emergenza sanitaria in corso, ha ritenuto opportuno pubblicare il bando 7.6.2 “Riqualificazione e valorizzazione del patrimonio culturale” rivolto a enti e associazioni con una dotazione di 600.000 euro. Il bando si propone come stimolo e opportunità per le comunità locali di nuovi processi di rinascita, proiettati nel post emergenza.

Ripartire dal patrimonio culturale significa attivare un prezioso capitale territoriale, connettendo tra loro settori e risorse che potranno generare processi di innovazione e ri-generazione.

L’animazione sul bando sarà svolta, nel rispetto delle disposizioni in merito all’emergenza sanitaria Covid-19, attraverso strumenti “virtuali” ed è prevista una presentazione del bando che avremo cura di diffondere su tutti i nostri canali di comunicazione.

Invitiamo gli enti e le associazioni intenzionate a partecipare al bando a contattarci inviando una mail alla referente di misura Ljuba Tagliasacchi (tagliasacchi.gal@montagnappennino.it) indicando come oggetto “bando 7.6.2 – nome dell’ente o dell’associazione scrivente” e nel testo della mail:

ente/associazione

nome del referente e del tecnico (se già individuato)

oggetto del progetto/idea progettuale (poche righe)

recapito telefonico

Per scaricare il testo del bando sulla pagina dedicata clicca qui

 

Reperibilità staff durante l’emergenza COVID-19

Viste le Disposizioni governative in materia di contenimento e gestione dell’emergenza sanitaria COVID-19 si ricorda che dal 10/03/2020 fino al 03/04/2020 l’ufficio del GAL rimarrà chiuso al pubblico.

L’operatività dell’ufficio è comunque garantita e lo staff è reperibile ai seguenti recapiti:

 

0583 88346

gal@montagnappennino.it

montagnappennino@pec.it

Annalisa Mori (animatore)

mori.gal@montagnappennino.it

349 5872749

Stefano Stranieri (RTA)

stranieri.gal@montagnappennino.it

348 6012887

Ljuba Tagliasacchi (animatore)

tagliasacchi.gal@montagnappennino.it

329 7866277